ECO-ENERGIA: BIO-COMBUSTIBILI ITALIANI

“GIUSTO AIUTARE AGRICOLTORI, AUMENTANDO LA QUOTA DEFISCALIZZATA DEI BIOCARBURANTI” 

“Utilizzare la leva fiscale potrebbe essere una soluzione per sostenere il reddito dei nostri agricoltori magari aumentando la quota defiscalizzata dei biocarburanti”. Questa l’idea lanciata da Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente e senatore dell’Ulivo, in occasione delle dichiarazioni del ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio a margine di un convegno sulle bio-energie in corso a Roma. “Questo metterebbe ai ripari gli agricoltori italiani da una spietata concorrenza mantenendo al tempo stesso la libertà  nelle importazioni. – prosegue Ferrante – Rendere insomma più conveniente – per chi produce – le biomasse, e farlo in Italia. Sviluppare infatti una politica basata su bio-energie di provenienza agricola, senza stabilire misure che tutelino i nostri agricoltori nella produzione di biomasse, sarebbe controproducente”.

OGM in agricoltura

FERRANTE (ULIVO): “L’AGRICOLTURA ITALIANA NON NE HA BISOGNO E IL PROGRAMMA DELL’UNIONE NON LI PREVEDE” 

“L’agricoltura italiana non ha bisogno degli Ogm e la decisione di farne a meno non costituisce un limite alla nostra economia ma un valore aggiunto e riconosciuto”. Questa la dichiarazione di Francesco Ferrante, capogruppo dell’Ulivo nella commissione Ambiente e Territorio del Senato, rispetto alle dichiarazioni rilasciate oggi dal ministro alle Politiche Europee Emma Bonino durante l’assemblea di Assobiotech. “Non dobbiamo dimenticare che esiste un Programma condiviso dell’Unione che al riguardo è molto preciso, e che non prevede aperture equivoche – ha aggiunto Ferrante -. Nel parlare di ‘posizioni europee’ da considerare inoltre, il ministro dovrebbe tener presenti le scelte delle centinaia di regioni europee che hanno già  deciso di far a meno degli Ogm e che, in caso contrario, vedrebbero calpestate le proprie autonome scelte. Contrariamente a quello che dice la Bonino infatti, non è assurdo prevedere che alcuni territori siano ogm free, anche perché abbiamo già  visto come la coesistenza tra diversi sistemi agricoli sia tecnicamente impraticabile e metterebbe a rischio di contaminazione l’intero territorio italiano”.

FARINA? NON DIMENTICHIAMO PREVITI

ERA MINISTRO DELLA DIFESA INDAGATO E POI CONDANNATO 

“I parlamentari di Forza Italia invece di protestare contro Farina per una presunta incompatibilità  di ruoli farebbero bene a ricordare che in tempi non remoti proprio il partito di Berlusconi, uno dei partiti maggiori italiani, ha candidato e poi imposto come ministro della Difesa l’allora indagato e poi condannato Cesare Previti.” Lo dichiara in una nota il senatore Francesco Ferrante della Margherita. “Consiglierei agli esponenti ‘azzurri’ – conclude ferrante – di fare un attento esame di coscienza prima di organizzare sit-in di protesta facendosi portatori di chissà  quale emergenza democratica. Sarebbe meglio che si occupassero delle reali questioni che gravano sul nostro Paese”.

1 708 709 710 711 712 722  Scroll to top