Una sinistra diversa? E’ “possibile”

pubblicato su huffingtonpost.it

Siamo due vecchi ecologisti. Siamo così vecchi da avere conosciuto (da dentro) sia il Pd prima di Renzi sia la sinistra prima del Pd. Il Pd di Renzi, quello prima di Renzi, la sinistra prima del Pd hanno un sacco di cose in comune, soprattutto se si parla di ecologia. Per esempio, a Taranto quasi tutti loro sono sempre stati dalla parte dei padroni dell’Ilva, contro i lavoratori dell’Ilva e contro il popolo inquinato della città. Read More…

Oleodotto Dakota, perché Intesa San Paolo è coinvolta

pubblicato su TuttoGreen

Donald Trump ha cominciato il suo mandato con una moltitudine di ordini esecutivi tesi a smantellare alcuni dei segni politici distintivi dell’era Obama, con l’obiettivo di esaudire le proprie promesse ai gruppi di interesse che lo avevano sostenuto nella sua campagna elettorale. E così il controverso MuslimBan (sospeso dalla magistratura) , gli atti che cancellano le restrizioni su inquinamento delle acque che Obama aveva imposto a chi gestiva le miniere di carbone, persino la proposta di indebolire le norme anticorruzione per Big Oil che operano all’estero hanno segnato queste prime settimane trumpiane. E hanno ovviamente scatenato le proteste degli ambientalisti americani – da organizzazioni come il Sierra Club, la più grande associazione Green degli Stati Uniti, a 350.org il movimento più diffuso in azione contro il climatechange. Read More…

1 2 3 665  Scroll to top