Alt al carbone, la lezione tedesca e i nostri balbettii

Pubblicato su Strisciarossa.it

La notizia non è da poco: la Germania esce dal carbone. Il più grande paese manifatturiero d’Europa rinuncia al combustibile fossile più a “buon mercato” (e alla persino più inquinante lignite). E lo fa in tempi certi: entro il 2038 – non a caso la stessa data in cui in quel Paese si concluderà il phasing out del nucleare avviato da Merkel subito dopo l’incidente di Fukushima – tenendosi anche aperta la possibilità di anticipare the end of coal al 2035. Read More…

Il vero patriottismo è lavorare a una GreenItaly a misura duomo e d’ambiente

Pubblicato su huffingtonpost.it

Mentre la Conferenza sul clima in corso a Madrid ci si avvicina ogni giorno di più ad un desolante “nulla di fatto”, dall’Italia arrivano invece due segnali incoraggianti di “movimento”. Il primo è la mozione appena approvata dalla Camera dei Deputati, prima firmataria l’ex-presidente di Legambiente Rossella Muroni, che impegna il governo a dichiarare lo stato di ”emergenza climatica” e a compiere passi decisi e concreti sulla via della transizione ecologica. Il secondo  è la diffusione del Manifesto per “Un’economia a misura d’uomo contro la crisi climatica”, promosso dalla Fondazione Symbola e sottoscritto come primi firmatari da Ermete Realacci (presidente Fondazione Symbola), Ettore Prandini (Presidente Coldiretti), Vincenzo Boccia (presidente Confindustria), Francesco Starace (AD Enel), Enzo Fortunato (direttore sala stampa del Sacro Convento di Assisi) e Catia Bastiol (AD Novamont).  Read More…

1 3 4 5 6 7 700  Scroll to top